Il lavaggio delle mani nella ristorazione: i punti fondamentali


Le mani sono il principale veicolo della contaminazione batterica, ma seguendo delle semplici regole è possibile ridurre al minimo questo rischio.

· Le mani non devono essere usate al posto degli utensili

· É vietato indossare anelli, bracciali, orecchini, orologi, ecc.

· Le unghie devono essere mantenute corte e pulite


Le mani e gli avambracci quando scoperti devono essere lavati in tutte le occasioni che lo richiedono ovvero:

  • Prima di iniziare a lavorare

  • Tra una preparazione ed un'altra

  • Dopo aver utilizzato il bagno

  • Dopo aver tossito, starnutito o soffiato il naso

  • Prima di riprendere a lavorare dopo aver fumato, pausa pranzo, telefonato

  • Dopo aver toccato oggetti o alimenti che possono essere contaminati da: materie prime crude, cose sporche, rifiuti, pannolini, ecc.


È importante, inoltre, ricordare altri accorgimenti altrettanto importanti per l'igiene e la sicurezza dei luoghi di lavoro:

  • Il lavaggio delle mani deve avvenire utilizzando acqua corrente calda potabile

  • Utilizzare un sapone con azione disinfettante e spazzola per unghie

  • Usare carta monouso o apparecchiature elettriche per asciugare le mani

  • Tagli, ferite e graffi devono essere immediatamente disinfettate e coperte con guanti monouso

  • L’utilizzo dei guanti non esonera l’operatore dal corretto lavaggio delle mani

  • Quando vengono utilizzarti guanti, questi devono essere frequentemente cambiati, ogni qualvolta si rompano o quando si passa ad un'altra lavorazione

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti