Gli allegati al DVR: la valutazione del rischio rumore

La valutazione del rischio rumore (o fonometria) è un documento allegato al DVR ed è utile a verificare i livelli di rumore ai quali sono esposti i lavoratori in un determinato contesto, ed assicurarsi che siano entro i limiti di sicurezza definiti dalla normativa.


Questo tipo di valutazione è richiesta nelle aziende di tutti i tipi, nelle quali siano presenti dei lavoratori subordinati. Il documento va redatto da un tecnico qualificato, che effettuerà le misurazioni necessarie con strumentazione adeguata secondo le norme tecniche di riferimento.


Quali sono i rischi per la salute e la sicurezza?

Dai dati INAIL risulta evidente che i danni all'udito sono tra malattie professionali più comuni, i rischi principali sono:

  • l'ipoacusia da rumore, cioè la riduzione progressiva dell'udito;

  • la sordità, ovvero la perdita totale dell'udito.

Questi danni, che possono essere provocati sia da rumori forti ed improvvisi, sia da esposizione prolungata, non sono le uniche malattie provocate da danni all'udito. Infatti i danni all'udito possono provocare anche effetti extrauditivi come: insonnia, affaticamento, ipertensione e nevrosi.


La valutazione del rischio rumore va aggiornata ogni 4 anni e deve tener conto di:

  • il livello, il tipo e la durata dell'esposizione, inclusa ogni esposizione a rumore impulsivo;

  • i valori limite di esposizione pari a 87dB;

  • gli effetti sulla salute dei lavoratori particolarmente sensibili al rumore;

  • gli effetti sulla salute e sicurezza dei lavoratori derivanti da interazioni fra rumore e sostanze connesse con l'attività svolta;

  • gli effetti indiretti risultanti da interazioni fra rumore e segnali di avvertimento per ridurre il rischio di infortuni;

  • le informazioni di emissione di rumore fornite dai costruttori dell'attrezzatura di lavoro;

  • l'esistenza di attrezzature di lavoro alternative progettate per ridurre l'emissione di rumore;

  • le informazioni raccolte dalla sorveglianza sanitaria;

  • la disponibilità di dispositivi di protezione dell'udito.


Misure di prevenzione e protezione del rischio rumore

Per ridurre i danni provocati da rumore sui luoghi di lavoro è possibile adottare varie misure di prevenzione e protezione, tra cui:

  • Ridurre le emmissioni di rumore adoperando attrezzature alternative;

  • Isolare la sorgente sonora utilizzando materiali fono-assorbenti;

  • Limitare il tempo di esposizione al rumore del lavoratore;

  • Utilizzare i DPI come cuffie, tappi monouso, caschi per il rumore;

  • Sensibilizzare i dipendenti sull'importanza di proteggere l'udito

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti