Il corso è autorizzato dalla Regione Calabria ed è rivolto ai responsabili dell'industria alimentare e/o della qualità all'interno dell'azienda. Destinatari del corso sono gli operatori che espletano attività di cui alla categoria omogenea individuata all'interno del gruppo A (rischio alto) e che richiedono per la prima volta l'attestato di formazione, secondo quanto previsto dal Regolamento Europeo (CE) n.852/2004 e dalla Deliberazione della Giunta Regione Calabria n. 98/2007 e 28/2012.

Questo corso comprende tutte le attività che comportano manipolazione di alimenti deteriorabili, nelle fasi di produzione, stoccaggio, preparazione, cottura, confezionamento e distribuzione/somministrazione.

Corso di formazione alimentaristi- cat. A- rischio alto- Regione Calabria

€ 50,00Prezzo
  • 8 ore

    • Accenni sulle principali norme in materia di alimenti;
    • Tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti;
    • Analisi del rischio: il rischio alimentare, le proprietà dei microrganismi, meccanismi di contaminazione biologica degli alimenti, microrganismi patogeni (tale modulo dovrà avere una specificità riferita alla categoria omogenea di addetti da formare;
    • Comportamenti del personale: igiene della persona, procedure specifiche;
    • Igiene del processo: diagrammi di flusso (ricevimento, stoccaggio, preparazione, cottura, conservazione a freddo e a caldo, riscaldamento, raffreddamento, ecc.);
    • Igiene ambientale: monitoraggio e lotta agli infestanti, smaltimento rifiuti, sanificazione, ecc.;
    • Procedure di autocontrollo: nomina del responsabile, analisi dei rischi e individuazione dei punti critici di controllo, analisi specifica delle problematiche proprie delle varie aziende alimentari, analisi delle strutture edilizie ed attrezzature;
    • Procedure di gestione del sistema: procedura di verifica delle non conformità, delle emergenze, procedura di revisione del sistema stesso;
    • Nozioni di base sulla celiachia, sugli alimenti naturalmente e artificialmente privi di glutine, sulla normativa di settore, sulle procedure atte a manipolare impasti senza glutine evitando la contaminazione crociata (per ristoratori, operatori di centri cotture, mense, gastronomie, ecc.).